Guadagnare con un Blog vendendo corsi online

Questa è l’intervista che Marco Salvo ha realizzato insieme a Marco Ronco si parla di: Guadagnare con un Blog

Marco R. è un esempio concreto di come si possa guadagnare online con la vendita di infoprodotti e con la vendita di video corsi online.

Marco Ronco lavora sul web da più di 20 anni ed è titolare di una web agency, ma è conosciuto soprattutto per un videocorso famoso “posizionamentosuimotoridiricerca.it”.

Ma come è riuscito Marco a farsi strada nell’ambito del web e del marketing digitale e guadagnare online cifre invidiabili grazie alla vendita di video corsi?

Un ragazzo trova la strada per guadagnare con un blog di fumetti

Guadagnare con un Blog vendendo corsi online
Guadagnare con un blog vendendo corsi

Già da ragazzo Marco coltivava la passione per web e per i fumetti giapponesi. Seguendo un altro personaggio famoso (Robin Good) nel panorama della SEO aveva capito che attraverso un blog si può monetizzare e guadagnare. 

Con la forza dell’entusiasmo giovanile Marco R. lavorava sul suo blog di fumetti giapponesi fino a totalizzare 500.000 visite mensili e pensava…”ora guadagnerò un sacco di soldi”… e invece? Il guadagno fu di 30.000 lire!

Seguendo il consiglio di un suo amico, decise di contattare Robin Good con poche speranze di ricevere una risposta. Cosa successe invece? Robin Good gli rispose dopo circa un quarto d’ora e gli diede 3 consigli che cambieranno per sempre la sua vita.

  • Il primo consiglio fu quello di ottimizzare il sito dal punto di vista SEO affinché potesse generare ancora più traffico. 
  • Il secondo consiglio fu quello di cambiare modello di business e mollare le pubblicità esposte sul suo blog tramite Adsense.
  • Il terzo consiglio fu quello di non fare le cose a caso ma di chiedere al suo pubblico cosa volesse vedere e sapere in merito ai fumetti giapponesi.

Marco R. quindi iniziò a sondare il terreno e a interessarsi di più del suo pubblico e scoprì che trovava difficoltà a reperire vari tipi di fumetti giapponesi in un’unica fumetteria.

Quindi Marco e un suo collega contattarono tutte le case editrici e crearono un ecommerce dove gli utenti potessero comprare fumetti online e riceverli direttamente a casa.

Marco seguì anche il consiglio di imparare l’arte della SEO.

Guadagnare e vendere videocorsi online

Nel corso degli anni Marco R. si è specializzato diventando un SEO altissimo livello fino ad aprire la propria web agency con 11 dipendenti e ben 500 clienti. 

Nel frattempo, Marco realizzava dei video formativi ed educativi sulla SEO per i suoi clienti, tra l’altro erano aperti al pubblico quindi visibili anche ad altri su Vimeo.

Ad un certo punto ricomparve quasi miracolosamente Robin Good e gli disse con il suo classico accento romano “ahoo ma che sto ben di Dio lo dai al mondo gratis”?

Questo diede lo spunto a Marco per creare il videocorso Posizionamento Sui Motori di Ricerca.

Prima di realizzare questo corso Marco fece una cosa molto intelligente dal mio punto di vista. Osservando cosa mancava nel panorama di altri corsi SEO, si rese conto che o erano delle registrazioni di eventi dal vivo oppure erano corsi veramente molto tecnici e di difficile comprensione per chi non è del mestiere.

I risultati ottenuti dalla vendita del videocorso online

Il corso di Marco ha generato 348.758,73 euro con ben 1971 acquisti, un risultato strepitoso. Marco spiega che il vantaggio di creare un videocorso e venderlo online è anche un modo per creare una rendita automatica. 

Il corso è stato realizzato 4 anni fa e attualmente ancora fa da un minimo di 15 vendite ad un massimo di 30 vendite al mese.

I consigli di Marco Ronco a chi vuole creare un videocorso online

Marco a questo punto ci fornisce alcuni spunti per realizzare videocorsi che la gente abbia voglia di acquistare. Ecco cosa ci ha detto.

  • Prestare la massima attenzione ai primi 4 video perché da essi dipenderà la vendita dell’intero corso.
  • I video per essere accattivanti devono essere impostati come se fossero una storia in 3 o 4 puntate. Quindi devi invogliare l’utente facendogli capire che manca un passaggio che troverà nel secondo video e poi uno step ulteriore nel terzo etc…
  • La lunghezza dei video non deve essere eccessiva perché le persone potrebbero annoiarsi e non concludere la visione del video. Fai dei video brevi in cui spezzi la storia.
  • Nel video finale occorre spiegare bene il programma del corso e cosa troveranno. Sarebbe il caso anche di mostrare dati e case history su te stesso, i risultati che hai ottenuto e che hai fatto ottenere ad altri clienti.

Il concetto è questo: devi aiutare l’utente a capire che se è riuscito con tre video a fare il 5% del percorso può proseguire nel fare l’altro 95% di strada con il corso completo.

Un’ altra cosa che ho trovato utile nei consigli dati da Marco Ronco è quello di dare all’utente qualcosa di pratico da fare e che possa applicare immediatamente. Coloro che applicano e vedono i risultati di quanto fatto diventano molto più propensi ad acquistare il videocorso completo.

Ho trovato anche molto interessante, davvero tanto, l’idea di Marco R. di inserire i commenti Facebook sotto ogni video. Questo metodo ha dato vita ad una sorta di community nella quale le persone possono interagire non solo con Marco R. ma anche con gli altri corsisti dando vita anche a delle opportunità di collaborazioni e business con altri acquirenti del corso.

I casi di successo

Marco ci racconta anche tra vari casi di successo quello di Project Invictus che in 4 anni dall’essere un blog di proprietà di un unico ragazzo è diventato una casa editrice tra le più grandi del mercato italiano.

Dal videocorso alle consulenze 

Una cosa importantissima che Marco ci rivela è anche quella legata alle consulenze perché spesso, dopo un videocorso, arrivano anche richieste di consulenza per essere seguiti personalmente dal corsista e questo è un altra fonte di guadagno derivante dalla vendita di videocorsi online.

Tra le consulenze che Marco riceve ci sono quelle legate al miglioramento delle conversioni (CRO), il miglioramento del design del sito web, la user experience e così via.

Chi acquista un videocorso si rende conto se il professionista che lo eroga applica le stesse metodologie a se stesso e questo è uno dei motivi per cui il videocorso di Marco ha ottenuto e ottiene tuttora un grande successo, sia online che con richieste di consulenze private.

Ma all’atto pratico come si crea un videocorso? Quali strumenti si usano?

Qui ci concentriamo non tanto sulla videocamera, il telo verde per le riprese di Marco quando parla e un software cattura schermo, ma della macchina che permette di automatizzare il processo di registrazione dell’utente per ricevere i video gratuti e quello di vendita per acquistare il corso.

Per vendere un videocorso online si seguono vari step:

Prima fase

Si crea o si integra nel sito già esistente una squeeze page (pagina cattura contatti);

Per catturare i contatti e invogliarli a rilasciare la mail si usa un lead magnet o regalo. Nel caso del corso di posizionamentosuimotoridiricerca.it in regalo si ricevono i 4 video gratuiti.

Seconda fase

Serve un servizio di email marketing affinché dopo il rilascio della mail l’utente possa ricevere la richiesta del doppio optin e a seguire il primo video. Si cadenza anche l’invio dei restanti 3 video affinché tutto funzioni in automatico. 

Terza fase

Nell’ultima fase dopo l’ultimo video l’utente viene invogliato ad acquistare il corso e rimandato su una landing page di vendita.

Tutto questo flusso si può creare e integrare con WordPress e vari plugin. Marco Ronco ha preferito realizzare un suo software o programma per rendere ancora più performante questo metodo e flusso di lavoro, potendo gestire il tutto da un unico pannello di controllo.

Relazione tra blogging, inbound marketing e vendita di videocorsi

A questo punto Marco R. ci dà un ottimo suggerimento usando un tool per l’analisi delle parole chiavi e della semantica. 

Portare traffico sul proprio sito web posizionando le parole chiavi in target con il settore in cui lavoriamo è fondamentale. Questo ci permette di capire quali contenuti creare e come redigerli in modo tale che si posizionino nelle prime posizioni di Google.

Attrarre lettori sul blog è il primo passo fondamentale per creare un pubblico ideale al quale proporre prima i tuoi video gratuiti e successivamente il video corso a pagamento.

Marco R. ci spiega anche che si possono usare le Facebook Ads o Google Ads per attrarre lettori verso gli articoli del blog e fare un retargeting per creare il pubblico ideale.

Conclusione

Se sei un esperto in una determinata nicchia di mercato o hai una passione nella quale sei talmente bravo da poter insegnare ad altri, dovresti pensare seriamente alla creazione di un videocorso online.

Se questa guida ti ha invogliato e non sai bene da dove iniziare o vuoi altre informazioni, puoi leggere le altre guide che trovi sul blog o contattare Marco Salvo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su