Conversioni su Google Ads

Data ultimo aggiornamento post: Dicembre 1, 2023

Quanti utenti hanno acquistato sul tuo ecommerce? Quanti si sono iscritti alla tua newsletter? Queste sono alcune delle domande che probabilmente ti poni per migliorare il tuo business online.
Il monitoraggio delle conversioni è un aspetto molto importante, per non dire essenziale, che ti aiuta a capire esattamente come agisce e si muove la tua audience sul tuo sito web o su una tua app, e per valutare se la tua Campagna Google AdS sia sufficientemente performante.

Questo può essere fatto attraverso strumenti che tracciano “il comportamento degli utenti”  quali Analytics, o come lo stesso pannello di Google AdS. In questa maniera hai la possibilità di tracciare una serie numericamente elevata di azioni, in base a quelle informazioni che intendi raccogliere secondo i tuoi obiettivi.

Cosa sono esattamente le conversioni?

In un certo senso, ti ho già detto cosa siano 😁, ma possiamo definire con il termine di conversioni tutte quelle azioni che un utente svolge all’interno del tuo sito internet o dei contenuti online che desideri monitorare e che sono importanti a farti confermare o meno la strategia che stai utilizzando.

Andando invece nello specifico, possiamo distinguere in Macro Conversioni e in Micro Conversioni.

Con Macro Conversioni indichiamo le azioni basilari delle strategie che si intendono portare avanti e le macro azioni del target-
Per citarne alcune tra le più comuni conversioni, possiamo tracciare questo breve elenco:

  • acquisto
  • richiesta di informazioni 
  • richiesta di un preventivo
  • apertura di chat e avvio di una conversazione
  • clic per scrivere una e-mail
  • clic per effettuare una chiamata
  • registrazione ad una newsletter
  • registrazione al sito web
  • contatto tramite form

Le Micro Conversioni sono invece azioni “più individuali” e permettono di avere una informazione specifica sul comportamento del singolo utente. Ecco alcuni esempi:

  • visualizzazione di una pagina
  • visualizzazione di un contenuto video
  • tempo di permanenza sul sito 
  • download di un contenuto
  • condivisione del contenuto con terze parti
  • aggiunzione del contenuto alla Wishlist
  • messa del prodotto nel Carrello

Ma quanto sono importanti le conversioni?

La risposta penso puoi già bene immaginarla 😆… le conversioni sono fondamentali se vuoi conoscere meglio il tuo target e se intendi monitorare l’andamento delle campagne delle campagne Google.
Grazie ad un monitoraggio costante di questa tipologia di dati, hai ben chiaro il polso della situazione anche sull’efficacia dei tuoi contenuti online e puoi capire se questi convertano o se possono farlo meglio.

Ma per avere risposte a queste domande, devi chiaramente osservare i dati attraverso Analytics e Google AdS.
Può succedere, ad esempio, di non ricevere troppe iscrizioni alla tua newsletter, o non avere richieste di informazioni o contatti.
Tramite il tracciamento degli step che riguardano queste tre differenti azioni puoi conoscere gli esatti numeri dei tuoi utenti e scoprire magari che il tuo target non completa le azioni, perché non ha tutte le informazioni necessarie a disposizione, e quindi, piuttosto che concludere l’azione, abbandona il tuo sito web ☹️.

Solo così potrai probabilmente avere le idee più chiare sulle tue strategie e decidere di modificarle o di integrare qualcosa affinché le tue pagine possano finalmente performare bene. 

Come possiamo monitorare “praticamente” le conversioni?

Ma adesso che abbiamo fatto questa premessa su cosa siano le conversioni e sul loro valore, andiamo al focus del nostro argomento… sono sicuro che sin dall’inizio della lettura di questo blog ti stai chiedendo nell’operatività delle cose “come si fa” a vedere le conversioni 😆?

Con Fabio abbiamo trattato questo argomento e ti consiglio di approfondire subito come monitorare le conversioni con Analytics e come tracciare le conversioni Google Ads.

Bene, adesso hai una panoramica di base su cosa sono le conversioni, perché sono importanti e come si tracciano.
In linea di massima puoi tracciare moltissimi eventi e decidere di monitorare ciò che desideri, ma evita di creare troppi elementi da seguire, se non strettamente necessari. Una buona strategia potrebbe essere quella di concentrarti su alcuni aspetti focali principali, abbandonando quelli secondari. Potrai sempre tornare su quelli in un secondo momento o se vorrai integrare o cambiare strategie. 

Le conversioni possono avere valori diversi, ricordati di assegnare un valore specifico a ciascuna conversione, fondamentale per poter misurare bene i tuoi eventi.

E poi ricorda sempre una cosa: fai sempre e spesso test e sperimenta strategie ed effettua regolari monitoraggi di dati. Non c’è una regola unica che possa andare sempre bene e comunque, quindi bisogna sempre ottimizzare e fare tesoro dei risultati.

Keep in touch and stay tuned 😘

Condivido le migliori strategie SEO per creare siti di nicchia autorevoli e canali youtube che, nel tempo, possano generare profitti. Condivido tecniche e strategie che testo personalmente giorno dopo giorno. Seguimi!

Torna in alto