Influencer: chi è, cosa fa e come diventarlo

Data ultimo aggiornamento post: Ottobre 1, 2023

L’influencer!

Quella figura mitologica che, con un semplice tocco del dito sullo schermo dello smartphone, può far esaurire le scorte di un prodotto in un batter d’occhio.

Ma aspetta un attimo, non stiamo parlando di maghi o stregoni, anche se a volte potrebbe sembrare così.

No, cari fanatici dei siti di nicchia e dei canali YouTube, oggi ci addentriamo nel mondo affascinante e talvolta enigmatico degli influencer.

Influencer: chi è, cosa fa e come diventarlo

Un influencer è molto più di un volto carino con un sacco di follower su Instagram.

Definizione di Influencer

È una persona che ha il potere di influenzare le decisioni di acquisto di altri grazie alla sua autorità, conoscenza, posizione o relazione con il suo pubblico. Sì, avete capito bene: un influencer è un po’ come quel vostro amico esperto di vini che vi consiglia quale bottiglia comprare, ma su scala globale e spesso con un contratto pubblicitario alle spalle.

Ora, prima che iniziate a pensare che ogni influencer sia una sorta di “guru” che vive su una montagna di follower, fermatevi. L’influenza non è misurata solo dal numero di seguaci, ma dalla qualità dell’interazione con essi.

Un influencer con “soli” mille follower può avere un impatto molto più significativo se quei follower sono altamente coinvolti e attenti a ciò che dice. In altre parole, la quantità può fare notizia, ma la qualità fa la differenza.

E qui sta il bello: un influencer può essere chiunque, da un esperto di marketing a un appassionato di cucina vegana, da un viaggiatore instancabile a un amante degli animali.

La chiave è avere un certo livello di “influenza” all’interno di una nicchia specifica. E quando dico “nicchia”, non intendo un piccolo angolo oscuro di Internet.

Una nicchia può essere ampia e varia, come la moda o la tecnologia, o più specifica, come i consigli per la crescita delle piante d’appartamento.

Ma attenzione, essere un influencer non è un gioco da ragazzi. Richiede dedizione, strategia e, soprattutto, autenticità. Dovete essere voi stessi, ma la versione migliore di voi stessi.

Dovete essere il Bruce Wayne e il Batman della vostra nicchia: affascinanti nella vita di tutti i giorni e supereroi quando indossate il mantello dell’influencer.

E per chi pensa che essere un influencer sia una passeggiata nel parco (o su TikTok), pensateci due volte. È un lavoro a tempo pieno che richiede pianificazione, produzione di contenuti, analisi dei dati e, naturalmente, un po’ di quel carisma irresistibile che fa dire alle persone:

“Ehi, mi piace questo tizio. Comprerò quello che sta promuovendo.

Esempi di Influencer

Ah, eccoci arrivati al cuore pulsante della questione: gli esempi concreti. Perché, diciamocelo, una definizione è come un aperitivo: ti apre l’appetito, ma non ti sazia. Quindi, mettiamoci comodi e addentriamoci nel mondo variegato degli influencer, dove ogni categoria ha il suo fascino unico e le sue dinamiche peculiari.

Influencer dei Social Media

Immaginate un artista del circo che giocola con piatti, anelli e palle infuocate, tutto mentre cammina su una corda tesa. Ecco, gli influencer dei social media sono un po’ così. Devono mantenere l’equilibrio tra diversi social network, ognuno con le sue regole e il suo pubblico. Instagram, Twitter, TikTok, oh mio Dio! Ognuno richiede una strategia diversa, e questi influencer sono i maestri nel farlo. Non si limitano a postare selfie; creano contenuti che sono veri e propri capolavori digitali, capaci di catturare l’attenzione e, cosa più importante, di mantenere un dialogo con i loro follower.

Influencer del Settore

Se gli influencer dei social media sono gli artisti del circo, gli influencer del settore sono i professori universitari del mondo digitale. Non aspettatevi paillettes e acrobazie; qui si parla di contenuti densi e approfonditi. Questi sono gli esperti che scrivono articoli lunghi come tesi di laurea e tengono conferenze che potrebbero essere TED Talks. Sono i custodi del sapere in una determinata area, e quando parlano, la gente ascolta. E non solo ascolta, ma condivide, discute e mette in pratica ciò che hanno imparato. Se volete sapere come diventare un influencer del settore, date un’occhiata al nostro articolo su come scrivere ottimi contenuti.

Celebrità

Ah, le celebrità, le divinità dell’Olimpo dell’influenza. Non hanno bisogno di presentazioni, e spesso nemmeno di competenze specifiche. Sono il fulcro magnetico attorno al quale gravitano marchi, eventi e, naturalmente, fan adoranti. Ma attenzione, non tutte le celebrità sono influencer di successo. Alcune sono come comete che attraversano velocemente il firmamento mediatico, luminose ma effimere. Altre, invece, hanno la capacità di reinventarsi, mantenendo un’influenza duratura. E se vi state chiedendo quanto possono guadagnare, date un’occhiata al nostro articolo su come guadagnare con un blog.

Ecco, questi sono solo alcuni esempi delle varie tipologie di influencer che popolano il nostro mondo digitale. Ognuno con le sue peculiarità, ognuno con il suo modo unico di interagire con il pubblico. Ma tutti con una cosa in comune: l’abilità di influenzare. E ora, avanti con il nostro viaggio nell’universo dell’influenza!

Tipi di Influencer

E ora, signore e signori, preparatevi a entrare nel mondo sconosciuto e affascinante dei tipi di influencer. Sì, avete capito bene, non tutti gli influencer sono creati uguali. Alcuni sono come David contro Golia, piccoli ma potenti. Altri sono veri e propri titani del digitale. Ma non lasciatevi ingannare dai numeri; come diceva il grande Albert Einstein, “Non tutto ciò che può essere contato conta, e non tutto ciò che conta può essere contato.” Ecco perché è fondamentale conoscere le diverse categorie di influencer.

Nano-influencer

I nano-influencer sono i guerrieri silenziosi del mondo dell’influenza. Con meno di 1.000 follower, potreste pensare che siano poco più che una goccia nell’oceano. Ma attenzione, queste gocce possono creare onde! I nano-influencer sono altamente specializzati e spesso godono di un livello di engagement che farebbe invidia a chi ha dieci volte i loro follower. Sono i vicini di casa digitali, quelli a cui chiedi consigli su quale marca di caffè comprare o quale serie TV guardare.

Micro-influencer

I micro-influencer sono il pane quotidiano del marketing d’influenza. Con un seguito che varia da 1.000 a 40.000 persone, questi influencer hanno trovato il loro “sweet spot” tra autenticità e portata. Sono abbastanza grandi da attirare l’attenzione dei marchi, ma abbastanza piccoli da mantenere una connessione personale con i loro follower. Se siete interessati a saperne di più su come lavorare con i micro-influencer, non perdete il nostro articolo su come creare un canale YouTube di successo.

Macro-influencer

Entriamo ora nel territorio dei pesi massimi, gli influencer con un seguito che va da 40.000 a 1 milione di persone. Questi sono i campioni delle Olimpiadi dell’influenza, quelli che appaiono sulle copertine delle riviste e firmano contratti a sei cifre. Ma con grande potere viene anche una grande responsabilità: devono essere impeccabili nella loro strategia e autentici nel loro messaggio.

Mega-influencer

E infine, i mega-influencer, le rockstar del mondo digitale. Con oltre un milione di follower, questi sono gli influencer che non hanno bisogno di presentazioni. Sono i nomi che anche tua nonna conosce, e che probabilmente seguono anche i tuoi genitori. Ma attenzione, la fama su questa scala può essere una lama a doppio taglio. Mentre la loro influenza è indiscutibile, mantenere un’immagine coerente e autentica diventa sempre più difficile man mano che il numero di follower cresce.

Ecco a voi, un viaggio attraverso la gerarchia degli influencer, da quelli che sono come gemme nascoste a quelli che brillano come stelle nel firmamento digitale. Ognuno ha il suo ruolo, ognuno ha il suo valore, e tutti insieme formano il mosaico complesso e affascinante che è il mondo dell’influenza. Quindi, quale tipo di influencer siete voi? O, ancora meglio, quale tipo di influencer volete diventare? La scelta, come sempre, è tutta vostra.

Come Diventare un Influencer

Ah, la domanda da un milione di dollari: “Come posso diventare un influencer?” Bene, mettiamoci comodi, perché questa è la parte in cui vi svelo i segreti del mestiere. E no, non sto parlando di pozioni magiche o formule arcane; sto parlando di strategia, impegno e un pizzico di audacia. Pronti? Allora, andiamo!

Scegli la Tua Nicchia

Prima di tutto, dovete decidere in quale campo volete essere influenti. Sì, lo so, è tentante voler essere un “tuttofare”, ma come dice un antico proverbio: “Chi troppo vuole, nulla stringe”. Quindi, scegliete una nicchia che vi appassiona e in cui avete competenze o esperienze. Come suggerisce il sito di Mailchimp, la passione è il carburante che alimenta l’influenza.

Crea Contenuti di Qualità

Una volta scelta la nicchia, è il momento di creare contenuti che siano sia informativi che coinvolgenti. Non basta essere un esperto; bisogna anche saper comunicare in modo efficace. Godaddy suggerisce di concentrarsi su contenuti che siano utili, interessanti e, se possibile, divertenti. E se volete sapere come creare contenuti irresistibili, date un’occhiata al nostro articolo su come scrivere ottimi contenuti.

Costruisci la Tua Rete

Non si diventa un influencer da soli. È fondamentale costruire una rete di contatti che possano supportarvi e promuovervi. Questo include sia altri influencer sia i vostri follower. Interagite con loro, create collaborazioni e, soprattutto, ascoltate. La vostra rete è il vostro termometro per capire cosa funziona e cosa no.

Sii Costante

Ricordate, Roma non è stata costruita in un giorno, e nemmeno il vostro status di influencer lo sarà. La coerenza è la chiave. Pianificate una strategia a lungo termine e attenetevi ad essa. Come si evince dallo studio condotto da Mailchimp, la costanza è uno dei fattori più importanti per costruire e mantenere una presenza influente online.

Monitora e Adatta

Infine, ma non meno importante, monitorate i vostri progressi. Utilizzate strumenti analitici per tracciare le metriche chiave come l’engagement, la portata e il ROI. E non abbiate paura di adattare la vostra strategia se le cose non vanno come previsto. L’adattabilità, come suggerisce Godaddy, è fondamentale in un mondo digitale in costante evoluzione.

Ecco, avete ora le carte in mano per diventare il prossimo influencer di successo. Che sia in una nicchia super specifica o su una scala più ampia, il mondo è la vostra ostrica. Quindi, cosa aspettate? Iniziate a costruire il vostro impero digitale oggi stesso!

Condivido le migliori strategie SEO per creare siti di nicchia autorevoli e canali youtube che, nel tempo, possano generare profitti. Condivido tecniche e strategie che testo personalmente giorno dopo giorno. Seguimi!

Torna in alto