Che cosa significa Blogging e come si fa Content Marketing? Perché dovresti fare Blogging? Se fai questa domanda a Chiara Ferragni, sicuramente lei saprebbe bene come rispondere. Ma se non sei Chiara Ferragni, né Benedetta Rossi, allora probabilmente questa nostra piccola guida potrà tornarti utilissima.

Ma iniziamo dal principio…

Blogging: cos’è e perché si lega al Content Marketing

Il termine “blogging”, tradotto in italiano come “bloggare” fa riferimento all’attività costante e continuativa di “gestione di un blog” il proprio diario digitale in rete.

Proprio così, il termine Blog, di matrice americana, deriva infatti dalla contrazione di “Web-Log

Oggi questo termine si è esteso fino ad identificarsi con una sezione del sito di una azienda, uno spazio prezioso ed importantissimo, in cui la stessa può raccontarsi, parlare di sé, far sentire la propria voce, presentare valori, prodotti e servizi.

Tutto questo grazie al content marketing, per l’appunto, ovvero ad una modalità studiata nei minimi dettagli, e per nulla ingenua o improvvisata, tramite la quale un’azienda esterna mission, vision, valori e identità di immagine. Come? Attraverso l’uso strategico delle parole.

Fare blogging allora vorrà dire avere una porta principale tramite la quale far entrare possibili clienti e creare relazioni che durino per sempre.

Bene, stiamo iniziando ad entrare nel vivo del nostro argomento, e probabilmente ti chiedi se per la tua azienda serva fare blogging.

A questo punto vorrei farti una domanda… come dici? Ti sembra strano che io ti chieda, mentre stai leggendo? No, non è strano, e sai perché? Perché io e te stiamo stringendo una relazione. Ci stiamo conoscendo. Proprio così, mentre mi leggi probabilmente stiamo già creando uno scambio di informazioni, di contenuti, ma soprattutto di emozioni.

Adesso però torniamo alla mia domanda. Chiudi gli occhi e pensa a quando hai sognato la tua azienda per la prima volta. Ricorda esattamente le emozioni che hai provato, le gioie, le difficoltà, i traguardi raggiunti. Focalizza i ricordi su quando hai scelto il nome, quale era il suo core business.

Beh, non ti sei forse emozionato? E non credi che questa stessa emozione che hai provato non vada raccontata (urlata a gran voce!) a tutti? Ecco, hai appena fatto una prima esperienza di cosa possa fare il blogging per la tua azienda!

Non è dunque importante trasferire a chi ti vede proprio queste emozioni? Se la risposta è sì, allora sai perché devi fare blogging: raccontare tramite parole chi sei e cosa fai, riuscire ad emozionare il lettore fino a convincerlo a preferire te e addirittura a sceglierti acquistando i tuoi prodotti e i tuoi servizi.

È una questione di fiducia … tra te e i tuoi potenziali e già clienti!

Adesso che abbiamo iniziato a bagnarci i piedi nell’acqua del content marketing, immergiamoci completamente nel mare del blogging ed esaminiamo più da vicino i 5 motivi per i quali non puoi ignorare il blogging o il content marketing per la tua attività.

1. Il Blogging come percezione del Brand

Riflettiamo un secondo su quello che accade quando dobbiamo compiere un acquisto. Questo processo non è mai un percorso lineare: sarebbe allora molto semplice fare marketing!

Basterebbe affidarsi alle ricerche di mercato e optare ora per strategie di prezzo, ora per quelle di distribuzione, ora ancora per funzionalità dei prodotti, e così via.

E no, oggi sai come avviene la maggior parte degli acquisti? Sì che lo sai… sei anche tu cliente per altre aziende. E come tale fai le tue scelte incrociando ricerche, analisi e informazioni tecniche (la parte analitica di te), ma alla fine (ne sono certo) anche tu cedi alla seduzione della parte emozionale, acquistando non solo (o non tanto) sulle necessità personali, ma per la percezione che abbiamo di un brand.

Proprio così: scegliamo l’azienda, la marca o un prodotto che più si avvicina alla parte emozionale di noi. La nostra scelta d’acquisto è vincolata ai ricordi, alle storie e alle emozioni che un Brand è in grado di trasmetterci. In un’unica parola, facciamo un’esperienza di acquisto.

Quello che compriamo non è un prodotto, non è una marca, non è una azienda.

Quello che vogliamo acquistare è una EMOZIONE!

No, non ho sbagliato scrivendo la parola “emozione” in stampato maiuscolo, vorrei piuttosto evidenziare che sulla stessa matrice si basa il Blogging.

Sapere trasferire emozioni attraverso le parole, saper sedurre il lettore e trasportarlo fino addirittura a fargli sperimentare l’emozione più bella, cioè far sì che scelga te, il tuo brand, i tuoi prodotti e quindi i tuoi valori, proprio per il semplice (non tanto semplice e scontato) fatto che coincidono con i suoi!

Blogging è davvero una forma d’arte: usare le parole più seducenti per far vibrare le emozioni dei tuoi clienti. E qui è chiaramente merito del Content Marketing. Non stiamo parlando di scrittura in senso lato. Qui parliamo di una scrittura che ha come ingrediente principale la creatività, ma che riesce con l’uso strategico delle parole a fare leva sulle emozioni che inducono verso un obiettivo, non sempre (e non necessariamente) l’acquisto.

Spesse volte di fronte alla percezione di un Brand e della sua reputazione percepita i prodotti passano in secondo piano. Una marca la si ama per le emozioni che la stessa è in grado di trasferire e per la sua capacità di farci identificare e sognare.

Ciò che poi un consumatore sceglie è quello che resta nella sua mente, in cima ai suoi pensieri, quando immagina un prodotto o un servizio. Si acquista un desiderio, si sceglie una emozione.

Mi sembra che già solo questo serva a scegliere un servizio di blogging e di content marketing per tutte le aziende, al di là della dimensione delle stesse.

Un servizio di blogging professionale sarà in grado di creare la tua storia e narrativizzare le emozioni alla base della tua azienda. Fare Content Marketing ad elevati livelli permetterà ai tuoi potenziali e già clienti di avviare con te una vera e propria relazione, un patto di fiducia, in grado di superare ogni competitor portando a scegliere sempre e solo te.

Le parole che verranno utilizzare nel tuo blog serviranno a catturare l’attenzione, a creare legami e a farti ricordare più e meglio di altri. In una sola parola il blogging servirà a coinvolgere emotivamente, creando rapporti fidelizzati.

2. Content Marketing e Blogging come strategia SEO.

“Parole, parole, parole” cantava Mina, ma benedette parole diciamo noi amanti della SEO! I Blog infatti, che hanno come ingrediente principale proprio le parole sono un oceano immenso in cui poter navigare e fare SEO editing. Scrivere in Blog in ottica SEO aiuta a scalare la SERP perché, quando ci si affida a copywriter professionisti si ha la certezza che quei contenuti non emozionano solo gli utenti, ma anche Google!

Il copywriter che sa fare bene seo content marketing seleziona esattamente le parole chiave necessarie a renderti maggiormente rintracciabile, quando un utente cercherà online contenuti come quelli da te trattati. I blog infatti saranno la risposta esatta agli intenti di ricerca dell’utenza!

Ti sembra poco far emergere la tua personalità e le tue unicità nel mare infinito di Internet?

3. Blogging e i vari stati della consapevolezza all’acquisto

I tuoi clienti sono sicuramente il tuo zoccolo duro, nonché i testimonial del tuo Brand e le persone che ti hanno scelto e che difficilmente ti lasceranno. Ma certamente devi sempre lavorare per tenere alto il livello della vostra relazione e mantenere unito e saldo il vostro legame.

I tuoi estimatori non sono certamente diventati clienti in un solo giorno. No, niente affatto! Sicuramente è stato un vero e proprio duro lavoro che hai dovuto fare per renderli tali.

Ma come mantenerli nel tempo? E inoltre come acquisire altri nuovi clienti?

La risposta è ancora più semplice di quanto immagini: il blogging!

Proprio così, fare blogging ad alti livelli serve a prendere per mano nuovi utenti facendo sì che questi possano sperimentare una serie di passaggi mentali che li accompagnino nelle varie fasi della consapevolezza all’acquisto. Si è sempre detto che il marketing deve creare uno stato di mancanza, sollevare un problema, individuare e mettere in luce punti critici, per tutti i quali l’Azienda con i suoi prodotti rappresenta La Soluzione. È ancora vero!

Esistono infatti “utenti assolutamente inconsapevoli” di te o di un problema e su questi va fatto un vero e proprio percorso mentale per “presentarti, farti conoscere e farti scegliere”. Detto così sembra facile, vero? Ti assicuro che non lo è. Devi affidarti a professionisti specializzati in content marketing e in blogging.

Esistono anche utenti “consapevoli di un problema” o che sperimentano uno stato di mancanza, o ancora meglio consumatori “consapevoli di una soluzione”, se non addirittura “consapevoli di un prodotto”. Esistono infine consumatori “molto consapevoli”, che hanno una profonda maturità commerciale e una grande propensione a selezionare in autonomia i contenuti utili a raccogliere le informazioni necessarie che possano orientare all’acquisto.

Per tutti questi profili è chiara una cosa: il blogging è indispensabile! Grazie al Content Marketing infatti puoi creare contenuti per i tuoi blog perfettamente adeguati a solleticare l’attenzione e la curiosità, e soprattutto le emozioni, di queste tipologie di utenti, così da guidare loro per mano verso la tua azienda e informarli della bontà dei tuoi valori, dei tuoi prodotti e dei servizi che eroghi per loro.

In sintesi con il blogging crei la relazione di fiducia che ti aiuta a trovare non solo i nuovi clienti, ma che ti serve a mantenere i tuoi estimatori storici!

4. Il blogging per creare strategie di lunga vita

La reclame è l’anima del commercio: è vero, ma slogan e spot non sono per sempre! Se investi in pubblicità saprai benissimo che non si produce un solo post, non si fa un solo claim, non si usano le stesse luci o le stesse immagini.

In verità con il blogging potrai creare delle strategie di comunicazione per sempre. Ogni prodotto di content marketing troverà una sua collocazione nella sezione Blog del tuo sito aziendale, per essere sempre reso fruibile agli utenti che ti rintracciano, grazie anche al posizionamento degli articoli su Google.

Il Blogging produce contenuti che durano negli anni e rappresentano la storia della tua azienda: leggerli equivale a sapere di te e dei tuoi valori.

Inoltre gestire e tenere sempre attiva ed aggiornata questa sezione equivale a buttare tante esche per gli utenti che cercano o cercheranno online contenuti uguali a quelli che sono all’interno del tuo blog.

5. Con il blogging guadagni sempre

Il blogging, e più in generale, il Content Marketing sono servizi su cui una azienda come la tua deve assolutamente investire. Che tu sia una piccola o una grande realtà non importa, l’obiettivo è sempre lo stesso: guadagnare con il blog.

Il guadagno a cui pensare non è la semplice monetizzazione del blog, cosa che può avvenire ad esempio in articoli che puntano direttamente a far acquistare un prodotto o quando si strutturano strategie di affiliate marketing. 

Quando ti dico che col blog guadagni sempre intendo un guadagno anche metaforico: la brand reputation ad esempio, che forse non trasformerà tutti i tuoi utenti in acquirenti (subito), ma probabilmente farà in modo che gli stessi siano i più preziosi testimonial dei tuoi valori! Conosci un prezzo per “quantizzare il tuo valore”? Non credo possa esistere!

Col Blogging infine riesci a strutturare efficaci strategie di SEO per garantire la rintracciabilità della tua azienda online.

A cosa serve fare blogging? Credo che adesso tu lo sappia bene!Non perdere allora altro tempo e mettiti in contatto con noi del Brand Marco Salvo: scopri come il blogging ed il content marketing possano fare la differenza per raccontare la tua bellissima storia.

Torna su