Content marketing – Guida per Blogger

l content marketing in Italia sta prendendo sempre più piede.

Negli Stati Uniti d’America le aziende lo usano con successo già da diversi anni e, grazie ad internet, anche tu puoi iniziare a sperimentare questa forma di marketing basata sulla creazione e la divulgazione di contenuti.

Prima di passare alla guida effettiva, voglio invitarti a riflettere su una frase famosa di Thomas Jefferson e che forse conosci:

“Se vuoi ottenere qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto!”.

Se ti rendi conto che i contenuti sono uno strumento fondamentale per incrementare i lead e, di conseguenza, le vendite di prodotti o richieste di servizi e consulenze, allora devi tirarti su le maniche e iniziare a fare quello che forse non hai ancora fatto, ma di cui non potrai più fare a meno! Prima di comprare un libro o un corso di Content Marketing, leggi questa guida da cima a fondo. Iniziamo?

Cos’è il Content Marketing

Si tratta di un processo di creazione di contenuti e la loro distribuzione o diffusione su vari tipi di canali come articoli di blog, piattaforme video come Youtube, podcast, canali sociali.

L’obiettivo è quello di costruire e aumentare la brand awareness o consapevolezza e notorietà di un brand.

Oggi come oggi non è così complicato creare contenuti perché abbiamo veramente un’infinità di strumenti a disposizione per invogliare le persone a compiere un’azione specifica.

Creare e distribuire contenuti è una cosa abbastanza facile, ma farlo in modo davvero efficace è un altro discorso. 

Sapevi che secondo alcune statistiche esistono:

  • 31 milioni di canali YouTube (approfondisci);
  • 600 milioni di blog;
  • 800 mila podcast.

Il dato statistico più interessante e che dimostra il potere del Content Marketing è 

questo: 

“ Coloro che usano fare marketing attraverso la distribuzione di contenuti hanno una crescita annuale del traffico sul sito di 7,8 volte superiore rispetto a coloro che non usano questo tipo di strategia di marketing“.

Le migliori piattaforme per fare Content Marketing italiano

Forse ti chiedi quale sia il canale o piattaforma più adatta al tuo business e alla tua nicchia di mercato e fai bene a porti questa domanda.

Il fatto che esistano molti canali digitali non significa che tu debba usarli tutti o che siano tutti adatti al tuo settore e quindi devi ponderare bene dove pubblicare i tuoi contenuti. Soprattutto, devi accertarti che il tuo target sia raggiungibile sui canali che sceglierai. Quali sono quelli più gettonati nel 2021?

Blog

Blogging e Content Marketing sono intrinsechi. Anche se è vero che la distribuzione di contenuti sui social è in crescita, rimango fermamente convinta che essi devono fare da contorno ad un blog.

Il blog è tuo e lo sarà per sempre, ne sei il proprietario assoluto e deve rimanere il fulcro delle tue attività di digital marketing. 

Si potrebbe dire che con un blog prendi due piccioni (forse anche di più) con una fava perché da un lato puoi usarlo come canale di distribuzione di contenuti testuali ma, all’interno dei tuoi articoli, nulla ti impedisce di integrare ad esempio anche i video del tuo canale YouTube o di inserire delle infografiche che userai contemporaneamente anche su Pinterest o sul tuo profilo Instagram. 

Il blog va quindi visto come se fosse il “pianeta” e gli altri canali di distribuzione i vari “satelliti” che gli girano intorno.

Google

Ma perché, Google si può usare come canale per fare Content Marketing? Infatti no, ma c’è una stretta relazione con esso.

Anche se non puoi pubblicare direttamente i tuoi contenuti su Google, puoi usare le tecniche di posizionamento SEO sul tuo blog e anche su altri canali come YouTube affinché Google mostri nei risultati di ricerca i tuoi articoli, video, immagini quando un utente digita una frase chiave sul motore di ricerca vedi SEO YouTube.

Ovviamente non puoi avere il controllo su Google ma puoi avere il controllo sul modo in cui curi l’ottimizzazione SEO del tuo sito o del tuo blog. 

Posizionando il tuo blog su frasi chiavi ad alto valore per la tua nicchia di mercato riuscirai a portare traffico sul tuo sito. I contenuti sono distribuiti sul blog ma è attraverso la SEO che gli utenti accedono ad essi.

Video Content marketing con YouTube

Uno dei metodi per fare content marketing più gettonato è YouTube. Come mai ha tutto questo potere? Per il semplice fatto che si basa sui video e le persone adorano vedere video, soprattutto coloro che non amano leggere. 

Sapevi che l’85% dei fruitori di internet guarda ogni mese video su YouTube e che il 54% delle persone che acquistano prodotti vorrebbero vedere più video correlati ai brand di loro gradimento?

Il potere di YouTube è dettato anche dal fatto che è sempre un prodotto Google e ha un suo motore di ricerca. Lo stesso concetto di cui ti ho parlato prima in merito alla SEO e al posizionamento vale anche per YouTube. Puoi ottimizzare il tuo video per posizionarsi al meglio sul motore di ricerca e, se nel contempo li hai anche “embeddati” sul tuo blog, hai colto con una fava due piccioni.

Social Network

Negli ultimi anni i social stanno riscuotendo un grande successo. Molti coach, liberi professionisti, imprenditori e aziende usano i social per diffondere i propri contenuti e migliorare la brand awareness.

Tra le varie possibilità troviamo:

  • Instagram
  • Linkedin
  • Pinterest
  • Telegram
  • Facebook
  • Tik Tok

Scegli i social tenendo conto del tuo target, non è detto che tu debba usarli tutti. Linkedin ad esempio è perfetto le attività B2B o per consulenti, coach e liberi professionisti. 

Altri settori trovano un riscontro maggiore su canali sociali come Instagram e Facebook. Chi lavora molto con il visual marketing potrebbe trovare molto utile Pinterest. Nel 2021 c’è un trend in crescita su Tik Tok.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su