18 consigli di scrittura efficace per il tuo blog. Il 57% più veloce ed efficace in meno 7 minuti

Se hai un blog e stai cercando un modo per scrivere in maniera più rapida ed efficace, in questo articolo potrai trovare 18 consigli di scrittura efficace che ti permetteranno di scoprire come scrivere in modo più veloce un articolo.

Riuscire a massimizzare i tempi significa poter pubblicare con più frequenza, riuscire a scegliere in modo migliore le parole chiave e aumentare l’afflusso di utenti sul proprio sito. Inoltre, con il tempo recuperato si potrà dedicare più cura alla manutenzione e al design del proprio blog, riuscendo a raggiungere anche nuovi utenti.

È molto importante sottolineare che aumentare la velocità non vuol dire mettere da parte la qualità. Infatti, seguendo i consigli proposti in questo articolo si potrà riuscire a scrivere post di qualità sul proprio blog

Le fasi del processo di scrittura vanno separate e raggruppate

Solitamente, chi scrive un articolo su un blog decide di compiere le diverse fasi in un solo momento. Questo significa che ci si sistema nella postazione, si pensa all’argomento da affrontare, si inizia a scrivere e, in caso di mancanza di informazioni, ci si ferma per effettuare delle ricerche. A volte si effettua, allo stesso tempo, la ricerca delle immagini e la formattazione del testo, correggendo successivamente eventuali errori e pubblicando il testo.

Questo approccio, molto comune, non è il più efficace quando si scrive in un blog. Per velocizzare i tempi occorre, infatti, separare le diverse fasi del processo di scrittura, mettendo insieme, in un unico gruppo, le stesse attività. Questo significa, per esempio, iniziare la ricerca dei diversi argomenti da affrontare, eseguire le ricerche per più argomenti nello stesso momento, passare alla scrittura dei diversi argomenti e, infine, formattare tutti i testi. Questo modo di lavorare accelera i tempi. Il multitasking, ovvero eseguire operazioni diverse nello stesso momento, rallenta e rende più inefficienti.

Rimanere, invece, sulla stessa tipologia di lavoro, raggruppando le diverse attività, aiuta a finire prima il lavoro di scrittura.

1. Creare un elenco delle idee di scrittura

È buona abitudine dedicare del tempo alla raccolta delle idee. Chi gode di una spiccata creatività sa bene che le idee sopraggiungono costantemente, in ogni momento della giornata. Creare un elenco dove segnare le continue idee per nuovi post sul proprio blog è un’ottima idea per non perdere mai gli spunti creativi. Basta tenere con se un piccolo taccuino o sfruttare i moderni strumenti tecnologici, come le app per appunti presenti su smartphone. Questo permetterà di avere subito del materiale di valore quando si è pronti a lavorare sul proprio blog.

2. L’importanza della scelta del miglior momento per la scrittura

Essere produttivi non riguarda soltanto il tempo ma, soprattutto, l’energia. Tutti potrebbero avere a disposizione le stesse ore durante le giornate, ma queste non sono proprio uguali. È molto importante cercare di capire in quale momento della giornata riusciamo a essere più produttivi e, quindi, a scrivere più velocemente.

3. La scrittura deve essere un’abitudine

Quando si segue una routine è molto più semplice riuscire a portare a termine un progetto. Proprio per questo motivo, la scrittura deve essere considerata come un’abitudine quotidiana. Il nostro cervello, infatti, si abitua ai nostri ritmi. Quindi, se lo abituiamo a una routine di scrittura, che prevede un orario ben preciso, sarà più facile sedersi e iniziare a lavorare in modo produttivo.

4. La scelta dell’argomento è fondamentale

Scegliere un argomento che ci entusiasma facilità, sicuramente, il lavoro di scrittura. Anche quando si segue un preciso calendario editoriale, non bisogna aver timore nel cambiare la propria scaletta e scegliere di scrivere un argomento che, in quel momento, sentiamo maggiormente nelle nostre corde. Scrivere con entusiasmo facilita e velocizza il lavoro.

5. Lo smartphone è una fonte di distrazione da evitare

Essere distratti continuamente da notifiche provenienti dalle app del nostro smartphone rallenta, notevolmente, il lavoro di stesura di un articolo. Bisognerebbe, infatti, silenziare il proprio dispositivo per tutto il tempo che si dedica alla scrittura. Una scelta ancora più efficace è quella di tenerlo, addirittura, lontano dalla proprio portata, per evitare di cadere nella tentazione di controllare, ogni tanto, qualche notifica.

Chi è dipendente da questo dispositivo, infatti, solitamente non riesce ad avere la stessa velocità di scrittura di chi, invece, esclude completamente il suo utilizzo durante le ore di lavoro.

6. La musica favorisce la concentrazione

La musica può essere un aiuto per l’aumento di concentrazione, ma deve essere adatta alla scrittura. Infatti, molti studi hanno provato come la musica con testi possa distrarre il cervello. Esiste, invece, una tipologia di musica funzionale composta, in maniera specifica, per favorire la concentrazione.

7. Gli schemi sono una valida guida per la scrittura

Dopo aver effettuato le dovute ricerche e cercato le parole chiave, è molto importante, prima di scrivere, realizzare uno schema, anche dettagliato, che aiuta a velocizzare i tempi di scrittura. Infatti, non ci sarà più il rischio di rimanere bloccati se si conoscono tutti i punti da sviluppare.

8. Un software di qualità semplifica il lavoro

Usare uno strumento adeguato per la scrittura può essere determinante sulla velocità di conclusione del proprio lavoro. Un software di dubbia qualità può distrarre, rallentare o far perdere tutto il lavoro, nei casi più estremi. Una delle funzioni principali che un buon software di scrittura deve possedere è, infatti, l’auto salvataggio. In questo modo non ci si dovrà preoccupare di salvare continuamente.

9. La scrittura non deve essere interrotta dalla ricerca

Fare più ricerche e stoppare il proprio lavoro di scrittura è un grave errore, da evitare se si vuole scrivere in meno tempo. In molti, infatti, cadono nell’errore di fermarsi durante la scrittura per cercare altri elementi online.

Questa azione va evitata e, come precedentemente spiegato, è meglio separare le varie fasi del processo di scrittura e, quindi, fare tutte le ricerche allo stesso momento, ma prima dell’inizio della stesura del post. Un piccolo trucco, nel caso ci sia un’informazione fondamentale mancante, è quello di segnare nel testo, con una sigla, la parte che andrà approfondita e ricercata a fine lavoro.

10. Il controllo ortografico va disattivato durante la scrittura

Gli invadenti segni di errore, di colore rosso e verde, spingono molti scrittori ad apportare le modifiche nel momento in cui si scrive. Ma questo non fa che rallentare la scrittura. È opportuno, quindi, disattivare il controllo automatico degli errori e apportare le dovute correzioni soltanto quando si è finito di scrivere.

11. Allena e migliora la digitazione su tastiera

Come uno sportivo che migliora le proprie prestazioni, anche chi scrive da PC può aumentare la propria velocità di digitazione. Scrivere in modo più veloce, senza incappare in errori di battitura troppo frequenti, fa risparmiare molto tempo nella stesura di un post.

Per migliorarsi basta dedicare, ogni giorno, almeno venti minuti all’esercitazione di battitura.

12. I comandi vocali sono il futuro

Uno strumento innovativo e in continuo miglioramento è il riconoscimento vocale che permette di dettare i post del proprio blog, abbattendo notevolmente i tempi.

Se l’introduzione è un problema, saltala

Quando sopraggiunge il cosiddetto blocco dello scrittore nella scrittura dell’introduzione (una delle parti più difficili da creare) il consiglio è quello di andare avanti e lasciarla per ultima. Infatti, è molto più semplice scriverla quando si è completato il resto del testo. Fermarsi, invece, farebbe perdere soltanto tempo prezioso.

13. I modelli per introduzioni e conclusioni semplificano il lavoro

Abbiamo appena visto come l’introduzione sia una delle parti più difficili da scrivere, proprio perché è una delle più importanti, ovvero quella che attira l’attenzione del lettore e determina il successo del post.

Creare un modello standard per introduzioni e conclusioni può facilitare e velocizzare, notevolmente, il lavoro.

14. La bozza va scritta in un tempo veloce

Quando inizia la fase di scrittura spesso si rischia di distrarsi. Per rimanere concentrati occorre imporsi un tempo di scrittura della bozza, senza preoccuparsi di errori e di formattazione, ma cercando soltanto di rispettare il tempo prefissato. Se non si riesce a concludere, si fa una pausa e poi si imposta una nuova scadenza.

15. La prima bozza non deve essere perfetta

La bozza non deve essere il lavoro già perfetto. Ciò che conta maggiormente, infatti, è scrivere velocemente senza far troppo caso alla scelta delle parole e dell’espressione. In fase di rilettura e scrittura si potranno sistemare i concetti facendoli suonare bene.

16. Le nuove idee non devono essere fonte di distrazione

Andare fuori dallo schema mentre si scrive, ricevendo nuove idee e pensando di fare ricerche di altri argomenti è sbagliato. Bisogna, infatti, seguire il proprio schema di lavoro e, al massimo, lasciare aperto un blocco note, fisico o digitale, per annotare velocemente le nuove idee.

17. Le modifiche vanno fatte il giorno successivo

Quando si finisce di scrivere è difficile essere oggettivi nel giudizio di se stessi. In quel momento si è scrittori. Per essere un imparziale editore, invece, occorre attendere almeno un giorno per modificare il testo. Il tempo, infatti, crea il giusto distacco per poter leggere e valutare il proprio lavoro in modo oggettivo. Questo non fa altro che aumentare la qualità del lavoro.

18. Le liste di controllo facilitano il lavoro

Per scrivere più velocemente si può usare una lista di controllo che aiuta a non dimenticare passaggi importanti prima della pubblicazione, come: il controllo ortografico, la correttezza dei link, la qualità delle immagini, l’inserimento di tag e categorie.

Seguire dei punti consente di concentrarsi maggiormente sul processo di modifica.

Conclusioni

Quelli elencati sono i principali consigli per chi desidera aumentare la propria velocità nella scrittura di articoli sul proprio blog. Mettendo in pratica questi utili suggerimenti si potrà notare una notevole differenza nella velocità di scrittura. Questo consentirà di aumentare anche il numero di pubblicazioni e darà la possibilità di avere molto più tempo nella scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su