Print on demand: cos’è e come funziona

Nei post precedenti ti ho parlato di 2 siti di print on demand con cui puoi iniziare a vendere magliette online ma anche altro tipo di abbigliamento come felpe, canotte etc…

In questa ti mostrerò nel dettaglio cosa è il print on demand e come funziona sicuramente potrà tornarti utile nel caso tu voglia iniziare a guadagnare online.

Cos’è il print on demand (POD)

La parola “print on demand” è abbatanza esplicativa significa “Stampa su richiesta” o “Stampa on demand” quindi i prodotti che vengono venduti in questo ti business sono prodotti che possono essere personalizzati tramite stampa.

Parliamo di magliette e abbigliamento in generale, cuscini, piumoni e tessuti, tazze, canva, quadri e poster, mascherine, quaderni, libri e altro ancora.

Quindi in pratica ci sono delle aziende che stampano prodotti e ti permettono di venderli online e tutto quello che devi fare è creare delle grafiche accattivanti che saranno stampate su prodotto solo quando un cliente lo acquisterà.

Come potrai intuire, nei nostri anni, le potenzialità per questo modello di business online sono veramente infinite ma ci sono delle cose da sapere.

Come funziona il print on demand (POD)

Abbiamo detto che con il print on demand il prodotto viene creato solo dopo che il cliente lo ha acquistato. Questo vuol dire che esistono delle aziende che hanno in magazzino diversi prodotti e quando ricevono un ordine prendono la grafica e lo creano dentro la loro struttura così da poterlo spedire al cliente finale.

Negli articoli precedenti ti ho parlato di Merch by Amazon e di Redbubble 2 piattaforme di print on demand che ti permettono di vendere prodotti pur non vendo uno store online. Guardali, sono 2 tutorial molto dettagliati e ti spiego tutto.

Funziona così:

Creazione del prodotto (POD)

  1. Apri un account sulla piattaforma
  2. Crei il tuo store online sulla piattaforma
  3. Inserisci la tua grafica per creare il tuo primo prodotto
  4. Decidi su quale prodotto potrà essere stampata
  5. Finalizzi il prodotto con titoli e descrizioni
  6. Il prodotto adesso è in vendita sulla piattaforma

Vendita del prodotto (POD)

  1. Il cliente trova il tuo prodotto sulla piattaforma
  2. Il cliente acquista il prodotto
  3. La piattaforma riceve l’ordine
  4. La piattaforma stampa e spedisce il prodotto
  5. Tu percepisci una royalty

Incredibilmente semplice e snello. Questo processo è lo stesso che ho utilizzato quando ho stampato il mio libro online solo che la piattaforma che ho utilizzato si chiama KDP (kindle direct pubblishing) quindi ho creato il mio libro l’ho mandato alla piattaforma di Amazon e dopo la loro verifica ho iniziato a ricevere vendite direttamente dai clienti di Amazon.

Si tratta sempre di print on demand perchè il pordotto viene stampato solo dopo un acquisto quindi non ci sono costi di magazzino, stoccaggio etc…

Venere in tutto il mondo con il print on demand

La cosa che più di tutte mi fa saltare dalla sedia è che i prodotti che tu vendi in print on demand li puoi vendere in tutto il mondo perché le piattaforme, in genere, hanno dei centri di stampa dislocati in vari continenti e quindi se, per dire, un prodotto deve essere spedito negli stati uniti sarà stampato e inviato dal centro più vicino.

Se deve essere spedito in Germania sarà spedito dal centro stampa più vicino e così via…

Print on demand e Drop Shipping

Ora che sai in che maniera funziona la stampa su richiesta e come, i Market Place e le piattaforme di print on demand possono tornarti utili per vendere online è bene parlare del drop shipping.

Quello di cui ho parlato finora è una sorta di print on demand puro dove fai tutto con la piattaforma che ti offre la possibilità di stampare e vendere ma… ci sono delle altre piattaforme che si occupano solo della stampa sui prodotti e della spedizione quindi al sito e alla vendita devi pensarci tu.

Funziona così:

Creazione del prodotto (POD & DROP SHIPPING)

  1. Apri un account sulla piattaforma
  2. Inserisci la tua grafica per creare il tuo primo prodotto
  3. Decidi su quale prodotto potrà essere stampata
  4. Adesso hai un prodotto da vendere

Vendita del prodotto (POD & DROP SHIPPING)

  1. Crei il tuo store online (puoi farlo con WooCommerce o con Shopify o con altre piattaforme si e-commerce del genere)
  2. Inserisci i prodotti
  3. Fai il marleting per la vendita
  4. integri i tuoi prodotti con altri Market Place come Amazon, Ebay, Etsy etc…
  5. Il cliente fa un ordine dal tuo sito o da un market place
  6. L’ordine arriva alla piattaforma di stampa e dropshipping
  7. l’ordine viene spedito al cliente

Qui, come puoi vedere, i passaggi sono un po più complicati ma di fatto è un altro modo di lavorare e di affrontare i mercati e inoltre uno non esclude l’altro.

Vantaggi e svantaggi

Più che darti dei consigli assoluti come fanno i guro del marketing, preferisco dirti cosa ho pensato di fare nel mio caso specifico, magari ti ci ritrovi pure tu.

Io adesso sto provando con quello che amo chiamare “Print on demand puro” ma ho già in mente di aprire uno o più negozi con prodotti specifici e integrarli con market place esterni.

A questo punto, una volta creata la grafica ma posso inserire su Redbubble e altri siti che funzionano più o meno allo stesso modo e in più dopo che avrò creato i mi i store online potrò lavorarci di SEO e farci il marketing sopra come l’ho sempre fatto con altri siti in cui vendo in affiliazione.

Vantaggi del print on demand

  • Costi bassi
  • Installazione semplice
  • Nessun magazzino per stoccaggio e deposito
  • Sperimentazione facile
  • Accesso ai mercati internazionali semplice
  • Difficile da copiare ance duplicando lo stesso prodotto

Svantaggi del print on demand

  • Barriera di ingresso bassa quindi concorrenza alta
  • Gli ordini dipendono dai tuoi fornitori
  • Tempi più lunghi per le spedizioni
  • Resi non proprio semplicissimi
  • Costi dei resi spesso applicati al venditore (tranne che per Merch by Amazon)
  • I prodotti potrebbero costare un po di più

Come vedi gli svantaggi sono veramente pochi e poi quale business non presenta delle criticità o delle complicanze?

A chi è adatto il print on demand?

Io penso sia adatto a tutti. Potrei pensare di suggerirlo ad artisti digitali, designer e creatori ma con i giusti partner può essere un business perfetto per imprenditori digitali di ogni sorta e per chi vuole realizzare un reddito passivo o meglio che con il tempo potrebbe diventare passivo.

Come iniziare un’attività di Print on Demand

Ecco che finalmente arriva il momento!

Dopo aver scelto la piattaforma da utilizzare e dopo aver creato l’account sei pronto per vendere! ok ma cosa manca? Manca la cosa principale ovvero il prodotto.

La prima cosa che devi fare è quindi creare il tuo prodotto e per farlo devi scegliere una nicchia così da comprendere in che maniera realizzarlo.

Scegli la nicchia giusta

Mi avrai sentito parlare centinaia di volte di nicchie di mercato e anche questa volta te ne parlerò. Infatti quando parti, il primo scogli oda affrontare è sicuramente la scelta della nicchia u cui provare a fare vendite. io per esempio ho iniziato subito con le magliette con scritte divertenti ma ti devo dire che non sta andando affatto bene.

Ho creato io stesso la grafica delle magliette con il mio iPad e le ho messe in vendita su più siti ma ancora, dopo circa 10 giorni non ho fatto nemmeno una vendita. Si è presto per dirlo ma sto iniziando adesso quindi posso condividerti solo questo 🙂

Ecco una esempio di una mia maglietta (se clicchi sull’immagine puoi vederla direttamente su Amazon in vendita)

Crea il design dei tuoi prodotti

Questo potrebbe essere l’ostacolo più grande per molti ma se fossi in te lo metterei da parte come problema.

Io creo le mie grafiche con un App che si chiama procreate direttamente sull’IPad e in più ho trovato un sito dove è possibile prendere delle grafiche già pronte che si chiama Creative Fabrica (ne parlerò in modo più approfondito in altri post all’interno di questo blog)

Promuovi i tuoi prodotti

Qui ho veramente poco da dire e magari sarai anche più bravo/a di me a farlo. Comunque puoi usare i social, il web e le pubblicità. Ho fatto un mega riassunto per non dilungarmi in discorsi che sarebbe il caso approfondire in altra sede 🙂

Conclusioni

Spero che quanto condiviso con te possa esserti di aiuto per la creazione di qualcosa di tuo, che sia un secondo reddito o una piccola entrate o perché no un reddito a 6 cifre. Se ti è piaciuto il post iscriviti alla mia Newsletter e seguimi su YouTube.

Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su