Prendi i soldi e scappa Come creare un’azienda che prosperi senza di te. Recensione libro

Ho deciso di leggere questo libro non tanto per il titolo o per la copertina minimale ma attraente, piuttosto ho deciso di leggere questo libro perché le parole sul retro della copertina mi hanno catturato in modo ipnotico.

” la maggior parte dei titolari d’azienda, avvia un’impresa perché desidera più libertà lavorare decidendo i propri orari, guadagnare quanto merita e infine ritirarsi dall’attività lavorativa per godersi i frutti del proprio lavoro”

Ti sembrerà strano ma queste parole mi hanno rapito, perché in un nano secondo mi hanno fatto rendere conto di quanto a volte le scelte che prendi siano simili a quelle di tantissime altre persone che decidono di imboccare la tua stessa strada.

Jhon Warrillow, si chiama così colui che ha scritto questo libro, fa notare come per gli imprenditori sia difficile tirarsi fuori dal proprio business, lasciando a persone competenti, il compito di portare a termine dei task o delle azioni.

L’imprenditore medio, ma devo dire, anche il freelance,, pensa di essere l’unico in grado di tirar acqua al suo mulino, l’unico a saper fare le cose per bene, l’unico a sapere prendere le decisioni giuste e lamentandosi, riesce quasi a vantarsi del fatto che senza di lui tutto crollerebbe nel giro di pochi attimi.

Se anche per un secondo ti sei sentito tirato in causa, bene! Questo libro per te sarà una manna dal cielo, perché con una storia dal sapore reale e con pochi giri di parole riesce a farti capire quanto sia importante per un imprenditore avere le persone giuste accanto e quanto sia indispensabile strutturarsi al fine di creare una macchina in  grado di camminare anche senza che il “capo” sia presente su ogni task.

Questo è quello che “John Warrillow”  spiega nel suo libro, attraverso una storia, come, creare un’azienda con queste caratteristiche, possa prendere valore e possa essere ceduta o venduta.

Nel caso contrario, ovvero nel caso in cui sia l’imprenditore il fulcro di tutte le entrare, l’azienda stessa non avrebbe alcun valore sul mercato e quindi sarebbe destinata a scomparire con il tempo.

La cosa bella è che quando ho iniziato a leggere il libro stavo quasi per buttarlo, perché mi aspettavo di trovare la classica impostazione da libro tecnico che parlava di business in un certo modo, invece questo libro é realizzato in modo da farti piombare dentro la vita di Alex stapleton, che chiede ad un amico imprenditore di lunga data, di aiutarlo a vendere la sua azienda al fine di poterne ricavare un utile decoroso, quindi ti fa piombare in modo del tutto naturale dentro i suoi problemi, le sue perplessità e ti fa toccare con mano le strategie suggerite dall’amico imprenditore.

Beh, inutile dire che ogni singola parte della storia è un grandissimo insegnamento e che questo libro dovrebbe essere letto da tutte le persone che per un motivo o per un altro vogliono fare sul serio!

 

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *