Email Marketing: I soldi “NON” sono nella lista…

Uno degli argomenti che più “tira” (passami il termine) sul web è la generazione di contatti o leads ed in questo blog ne abbiamo parlato, come puoi vedere da questo post sulla lead generations e da questo su come creare lead magnet per fare lista, ma c’è qualcosa che non ti ho ancora detto e che probabilmente dovresti comprendere appieno prima di decidere di creare la tua lista di contatti.

Un concetto che sembra essere ormai inculcato nella mente di ogni marketers dei nostri tempi, di ogni SEO e di ogni stratega digitale è quello che i soldi sono nella lista.

I soldi sono nella lista?

Lo avrai sentito talmente tante di quelle volte che ormai forse non ci farai più caso ma questa frase come quella della SEO che è morta è un po forviante e ti spiego il perché.

Se fosse vero che i soldi stanno nella lista, vorrebbe dire che basterebbe generare contatti ogni giorno per ottenere denaro sonante in cassa, eppure, li fuori sono tante le persone che cercano di aumentare la propria lista senza ottenere un solo centesimo di euro. Perché?

in realtà il concetto alla base del ragionamento che porta con se questa frase è da interpretare in modo differente.

Parliamoci chiaro, tu potresti possedere anche una lista con 100K di contatti ma se a loro non invii le mail giuste non beccherai neanche un piccolo quattrino.

Anzi a dirla tutta, 100k di persone in lista costano un bel po quindi rischieresti di indebitarti prima del tempo solo per gestirla.

La domanda è: A che servono 100k di contatti se poi non gli mandi le mail giuste? Sei d’accordo con me vero?

Una lista di mail funziona quando mandi le mail giuste, quelle che i tuoi contatti si aspettano di ricevere e che sono contenti di aprire, non rispettare questa semplice regola potrebbe causare effetti poco gradevoli che ti farebbero perdere ogni tipo di fiducia nei confronti del marketing digitale.

I soldi NON sono nella lista ma in quello che sei capace di fare con la tua lista.

Sai, in passato mi sono ritrovato più volte a creare liste con il solo intento di farle diventare grandi e corpose ma poi ho scoperto sulla mia pelle che per non potevo monetizzarle in alcun modo perché non avevo rispettato una delle regole fondamentali dell’email marketing, ovvero:

Quale call to action posso inserire all’interno delle mail che spedirò alla mia lista?

Questa è la domanda che avrei dovuto farmi quando ho generato contatti su contatti invece, il più delle volte ho creato liste generiche alle quali non potevo fornire grande valore perché in effetti non conoscevo bene il profilo generale delle persone al loro interno.

Eppure vedo continuamente professionisti del web vantarsi delle loro misure 🙂

Agganciando il loro pubblico con messaggi su come fare per generare contatti, su come fare per acquisire le mail e per riempire le liste con numeri da capogiro, con automazioni complicate e con funnel copia e incolla ma… non ti vedo professionisti del web parlare di come mantenerli, di come nutrirli, adularli e aiutarli attraverso le tue sequenze di mail ad hoc.

E’ questo il vero motivo per cui dovresti creare una lista.

Non perché sei bravo a generare contatti a prezzi ridicoli e bassi, ma perché la gente sa che la tua lista è una manna dal cielo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su